Ritrovare l’equilibrio a tavola dopo le feste

Le feste sono ormai passate assieme al loro ingombrante carico di cene e pranzi con amici, famiglia e parenti allargati senza scordare gli aperitivi di saluto con i colleghi. Un bellissimo e impegnativo viaggio gastronomico che comincia anche prima del 24 dicembre per concludersi – per fortuna – con l’epifania.

Le conseguenze però non mancano, chili di troppo e senso di gonfiore o pesantezza spesso accompagnano i primi giorni di ritorno alla normalità. Cosa fare per tornare in forma il prima possibile? Abbiamo stilato un elenco di quattro semplici suggerimenti pratici.

 

Palestra? No grazie!

 

Presi dai sensi di colpa post abbuffate la prima cosa che vorremmo fare è affidarci a tanti buoni propositi di inizio anno, correndo a iscriverci in palestra. Eppure sarebbe un errore farlo in questo periodo dell’anno perché non saremmo i soli e correremmo il rischio di ritrovarci in ambienti super affollati dove fare la fila a ogni attrezzo, perdendo quasi istantaneamente la motivazione. Che fare allora? Meglio cominciare in maniera più tranquilla e continuativa: andare a camminare o a correre tutti i giorni – o almeno tre volte a settimana – per almeno mezz’ora può essere una soluzione. Anche solo fare le commissioni abituali senza prendere auto o mezzi può fare la differenza per poi iscriversi davvero in palestra tra alcuni mesi.

 

La dieta

 

Anche in questo caso è meglio non affidarsi a diete drastiche ma preferire un’alimentazione “intelligente” nella quale più che ridurre all’osso le quantità di quanto mangiamo, cambiamo gli elementi presenti sul nostro piatto di ogni giorno. Verdure di stagione sotto forma di caldi minestroni e ottime zuppe, frutta fresca e tanta acqua non devono mai mancare a differenza dell’alcol, che sarebbe meglio eliminare del tutto dopo i troppi brindisi delle feste. Se non potete fare a meno dei formaggi, preferiteli freschi e meno calorici – meglio la ricotta del taleggio – e guardate con fiducia alla carne bianca di pollo o tacchino, introducendo anche il pesce, possibilmente non di allevamento per via delle carni più grasse, nelle vostre abitudini. Avete un debole per i dolci? Non eliminateli ma mangiateli meno frequentemente e preferite versioni “light” come il nostro tiramisù.

 

La cottura

 

Non è solo cosa si mangia, ma anche come lo si prepara che può fare la differenza. Mettiamo da parte per qualche mese i fritti e gli intingoli preferendo cotture al vapore, alla griglia o in forno, capaci di esaltare i sapori dei cibi senza aggiungere calorie extra.

 

Le tisane

 

Come detto in precedenza, è importante continuare a mantenere il giusto apporto di liquidi al nostro corpo e il freddo invernale può far passare la voglia di bere grandi quantità d’acqua. La soluzione può essere affidarsi alle tisane, calde e profumate, perfette compagne pomeridiane di scrivania per chi lavora in ufficio e serali per chi passa la propria giornata fuori.

 

Ricapitolando, ciò che più conta è non affrettare i tempi o stressarsi alla ricerca della forma perduta mettendosi alla fame con diete proibitive, meglio prendersi cura si sé preferendo una cucina varia e legger, impegnandosi con continuità a fare del moderato esercizio fisico, i risultati non tarderanno ad arrivare.


© 2018 Olio Cuore - Div. di BONOMELLI Srl - P.I. IT01590761209