Fiori commestibili: quali sono e come usarli in cucina

I fiori eduli, o commestibili, sono gli ingredienti perfetti per far sbocciare la creatività in cucina. Colorati, buoni e profumati, sono una vera delizia per la vista e per il palato e sono anche salutari, perché ricchi di vitamine e minerali. Possono essere usati per decorare dei biscotti da accompagnare a un bel tè pomeridiano o per abbellire e insaporire le portate di pranzi e cene speciali. Ma per godere a pieno del loro apporto di buongusto alla nostra tavola bisogna sapere quali e come usarli.

Raccomandazioni

La rosa, con le sue spine, c’insegna che i fiori per quanto siano belli possono nascondere delle insidie. Non tutti i fiori sono commestibili ma solo delle precise tipologie, molte delle quali troverai elencate in questo articolo.
Seconda cosa importante da tenere a mente per utilizzare i fiori commestibili in totale sicurezza è il non comprarli dai fioristi, perché trattati chimicamente per preservarne l’integrità. Questo non significa che vada bene raccogliere i fiori cresciuti all’aperto, perché anche questi potrebbero essere stati contaminati in altri modi.
Il nostro consiglio è quindi quello di coltivarli voi stessi oppure di acquistarli comodamente nei supermercati, molto spesso si trovano nel reparto verdura vicino alle insalate fresche, oppure di ordinarli online da uno dei tanti rivenditori specializzati nei fiori commestibili.

I fiori commestibili e i loro utilizzi in cucina

  • Allium – Appartiene alla famiglia dei fiori di aglio, cipolla, erba cipollina e porro. È ottimo per insaporire i piatti a base di verdure, come a esempio l’insalata di patate.
  • Aneto – Molto aromatico, il suo sapore ricorda l’anice e il finocchio. Può essere un gustoso ingrediente di una soffice omelette.
  • Angelica – Il sapore è simile alla liquirizia ed è perfetto per aromatizzare la frutta cotta o i dolci estivi.
  • Basilico – I fiori del basilico hanno lo stesso, delizioso gusto delle foglie, ma più delicato.
  • Begonia – Il gusto è acidulo, ricorda quello del limone e ciò la rende perfetta da utilizzare in sorbetti e nelle macedonie.
  • Bella di giorno – Dal sapore dolce, è perfetta per abbellire e insaporire le torte.
  • Borragine – Il sapore ricorda il cetriolo. È il fiore commestibile giusto per la preparazione di ripieni per pasta fresca e torte salate.
  • Calendula – Con il suo gusto piccante e pepato, può essere usata per aromatizzare il pesce e la carne.
  • Camomilla – Utilizzata da sempre per gli infusi grazie al suo profumo penetrante, può essere usata anche per aromatizzare torte e soprattutto biscotti.
  • Cerfoglio – Questo fiore dal gusto delicato con una nota di anice, può essere usato con carne, verdura e uova.
  • Cicoria – Il fiore della cicoria ha un sapore amarognolo. Consigliamo di metterlo in salamoia. Diventerà delizioso!
  • Citrus – È il fiore di arancio, limone e pompelmo. È perfetto per insaporire primi, dolci e secondi, ma deve essere usato con parsimonia, altrimenti coprirà tutti i sapori.
  • Coriandolo – L’aroma è simile al prezzemolo. Ottimo per insaporire frutti di mare, pollo e peperoni.
  • Crisantemo – Il suo sapore pungente è perfetto da abbinare con la carne di maiale.
  • Dente di leone – Chiamato anche tarassaco, consigliamo di utilizzarlo per realizzare delle deliziose tisane, poiché ha preziose proprietà digerenti.
  • Finocchio – I suoi fiori hanno un sottile sapore di liquirizia. Consigliamo di usarli per aromatizzare i legumi.
  • Fiordaliso – Il suo sapore ricorda quello dei carciofi. Puoi usarlo per condire molti contorni.
  • Fiore di zucca – Il fiore più famoso della cucina italiana! Noi consigliamo di provarlo con questa ricetta preparata con Olio Cuore.
  • Fuchsia – Provalo con una torta al cioccolato o semplicemente per guarnire i tuoi dolci.
  • Garofano – I suoi dolci petali vengono utilizzati per liquori e per guarnire biscotti e pasticcini.
  • Gelsomino – Ottimo anche questo per la preparazioni di biscotti, pasticcini, muffin e torte.
  • Girasole – I suo petali sono commestibili e il germoglio può essere cotto al vapore.
  • Gladiolo – Il sapore è molto delicato e può essere usato per impreziosire un’insalata.
  • Ibisco – dal sapore vivace, puoi usarlo per insaporire una gustosa crostata.
  • Issopo anice – Il sapore è praticamente identico all’anice e può essere utilizzato nelle stesse ricette.
  • Lavanda – Speziato, dolce e molto profumato, permette di dare un tocco in più a piatti sia salati che dolci.
  • Lilla – Odore pungente, ma il suo aroma agrumato lo rende perfetto per insaporire i dolci.
  • Malvarosa – Il sapore non è definito, ma il suo aspetto appariscente è ideale per creare delle deliziose decorazioni.
  • Margherita – Il gusto è sul mielato-amaro e potrebbe non piacere a tutti.
  • Menta – Il fiore, come le foglie, ha lo stesso caratteristico sapore.
  • Monarda – Anche questo fiore ha un sapore similissimo alla menta.
  • Nasturzio – Ha un accenno di peperoncino. Ottimo per insaporire i primi piatti.
  • Ravanello – Il fiore del ravanello ha un sapore pepato, da sfruttare per i secondi a base di carne.
  • Rosa – Il sapore profumato è ideale per bevande, marmellate e dolci.
  • Rosmarino – Dal gusto più delicato rispetto alla pianta.
  • Rucola – Ha un sapore pepato e molto più accentuato rispetto alle sue foglie.
  • Salvia – Il fiore è più delicato della foglia.
  • Trifoglio – Dolce e dalle note di liquirizia.
  • Verbena odorosa – Il sentore è quello del limone e questo lo rende ideale per il tè e i dolci.
  • Viola – Dal sapore simile alla menta, è perfetta per insaporire bibite e piatti a base di frutta.

Adesso che conosci il sapore dei principali fiori edibili, siamo sicuri che coglierai ispirazione per realizzare dei piatti davvero meravigliosi. Condividili con noi sui nostri social. Non vediamo l’ora di vederli.

Al prossimo articolo!


© 2018 Olio Cuore - Div. di BONOMELLI Srl - P.I. IT01590761209