Postura corretta: come assumerla in ogni momento della giornata

Mantenere una postura corretta è molto più di una buona abitudine per evitare di ritrovarsi anchilosati e doloranti a fine giornata; è un comportamento che migliora la salute di tutto il corpo e della nostra mente. Eh sì, anche della mente! Per spiegarti come e perché è importante mantenere una postura corretta, partiremo proprio da questo punto che pochi conoscono.

Mens sana in postura sana

Quando pensi a una persona triste come la immagini? Di certo non avrà la schiena bella dritta e il mento in alto, ma tutto l’opposto: schiena ricurva in avanti e sguardo che punta al pavimento.
E se ti dicessimo che impostare la propria postura come quando si è sereni porta a esserlo di più? Non ci credi? Fai una prova! Alzati e imita il portamento di una persona sicura di sé. Petto in fuori, spalle in dentro e mento bello alto. Come ti senti? Molto probabilmente avrai avvertito una piccola sensazione di sollievo. Ecco a te il primo beneficio di avere una postura corretta!

I danni di una postura scorretta

Il motivo per cui avere una postura corretta ci porta a essere più sereni ed energici non ha solo una natura psicologica, ma anche fisiologica. Mantenendo la schiena ben diritta ed in asse con il resto del corpo, facilitiamo due funzioni del nostro organismo fondamentali per la nostra salute:

  • La circolazione
  • La respirazione

Effetti importanti, se consideriamo che una cattiva circolazione comporta un minore afflusso di sangue ai nostri organi. Il risultato è un senso di affaticamento, di stanchezza e di malessere generalizzato. Una respirazione non efficiente può invece essere la causa di vertigini e richiedere maggiore impegno a mantenere attenzione e concentrazione.

Per quanto riguarda i danni apportati dalla postura scorretta alla nostra colonna vertebrale c’è solo l’imbarazzo della scelta:

  • Dolori cervicali
  • Lombalgia
  • Affaticamento muscolare

Come possiamo mantenere una postura corretta durante tutto l’arco della giornata? Vediamolo insieme.

Postura corretta mentre si è in piedi o si cammina

 Appoggiati a una parete in modo da sfiorarla con la nuca, le spalle e i glutei. Mantieni i piedi distanti dalla parete circa 5-10 cm. Posiziona una mano dietro la zona lombare. Se non c’è spazio inarca leggermente la schiena. Perfetto. Adesso staccati lentamente dalla parete e prova a restare in quella posizione. Ecco a te una postura corretta! Per riuscire a mantenerla tale anche mentre cammini, usa il famoso libro sulla testa, un metodo tanto antico quanto efficace. Con un po’ di costanza ti assicuriamo che mantenere questa posizione sarà facile proprio come “camminare”.
Mettiti alla prova facendo 6.000 passi con Cuore. Scegli uno dei nostri itinerari per una sana camminata all’aria aperta.

Postura corretta mentre si solleva un oggetto pesante

In genere, per sollevare un oggetto pesante, pieghiamo il busto in avanti, caricando così la nostra schiena di un peso inimmaginabile. Pensa solo che sollevare un oggetto di 10 kg corrisponde ad avere un carico lombare di 300 kg! Per evitare questo sforzo, decisamente esagerato, ti consigliamo di procedere nel modo seguente:

  • allarga leggermente le gambe portando i piedi alla stessa distanza delle spalle
  • mantieni la schiena eretta
  • avvicinati all’oggetto piegando solo le gambe
  • risali facendo forza esclusivamente sui muscoli delle gambe (mi raccomando non sulle ginocchia)

Per facilitare il movimento, ti consigliamo anche di contrarre gli addominali. 

Postura corretta quando si è seduti

  • Seduti sulla sedia

Per iniziare può esserti utile uno specchio. Siediti di profilo davanti a uno specchio e fai in modo che la tua schiena formi con le gambe un angolo di 90 gradi. Evita di sederti in punta e occupa con i glutei tutta l’area della sedia. Se lo schienale ti permette di mantenere un angolo di 90 gradi tra schiena e gambe, appoggiati pure, altrimenti usalo solo per riposarti quando avverti un po’ di affaticamento a livello dei muscoli della schiena.

Molto importante: Mantenere per troppo tempo una postura, anche se corretta, può comportare un sovraccarico per le ossa e i muscoli al pari di una postura scorretta. Ricordati di alzarti almeno ogni 30-40 minuti per sgranchirti un po’,  fare stretching o due passi.

  • Seduti alla scrivania

Il segreto di una postura corretta mentre si è seduti alla scrivania non dipende soltanto da come ci sediamo sulla sedia, ma soprattutto da come posizioniamo gli oggetti di lavoro, in primis il computer. È fondamentale che tu possa guardare il monitor senza dover inclinare il collo in basso o in alto. Se il tuo monitor è troppo basso, ti consigliamo di utilizzare dei libri o un oggetto che ti permetta di rialzarlo. Anche la distanza del monitor è fondamentale. Se è troppo lontano da te, rischi senza accorgertene di incurvarti per raggiungerlo. Inoltre, un monitor o una tastiera distanti ti spingono ad appoggiare tutto il tempo i gomiti sulla scrivania, un gesto che può portare a lungo andare a soffrire della dolorosissima borsite.

  • Seduti in macchina

Mantenere una postura corretta anche quando si è seduti in macchina è molto importante non solo per i motivi sopra elencati, ma soprattutto perché i sistemi di sicurezza dei veicoli (cinture e airbag) sono progettati per funzionare al meglio solo nel momento in cui utilizziamo correttamente il sedile. Per capire se lo hai regolato nel modo giusto, assicurati che tra schiena e gambe ci sia un angolo di 90 gradi (lo stesso indicato per la corretta postura sulla sedia). Adesso distendi le braccia e le gambe per assicurarti di essere alla giusta distanza dal volante e dai pedali. La situazione ideale è avere le braccia e le gambe che possono distendersi completamente: in altre parole con ginocchia e gomiti del tutto aperti, formando un angolo di circa 180 gradi.

Postura corretta mentre si dorme

Molti pensano che la postura sia una cosa di cui preoccuparsi solo quando si è in posizione eretta. Niente di più sbagliato! Anche per dormire c’è una postura corretta, che è quella supina, ovvero sdraiati a pancia in su con le braccia lungo i fianchi. Per migliorarla ulteriormente ti consigliamo di mettere un cuscino sotto le ginocchia, così da mantenere la schiena perfettamente allineata. Ecco perché le altri posizioni non vanno bene:

  • A pancia in giù – Provoca stress al collo perché costringe a dormire con la testa girata da un lato. Se non riesci a farne a meno, metti un cuscino basso sotto la pancia per ristabilire l’allineamento della colonna vertebrale.
  • Sul fianco con le braccia in avanti – Può causare dolori alle spalle e alle braccia e il reflusso gastroesofageo, che causa bruciori intensi dietro lo sterno e che possono risalire fino alla gola.
  • Sul fianco con le braccia sotto la testa – Può causare i dolori alle spalle e influenzare negativamente la circolazione. Non è un caso che chi dorme in questa posizione possa facilmente sperimentare la sgradevole sensazione di svegliarsi con un braccio così intorpidito da non sentirlo più.
  • Posizione fetale –  È forse la più dannosa, perché c’è non garantisce il supporto al collo e alla colonna vertebrale. A chi non riesce proprio a fare a meno di dormire in questa posizione, consigliamo di mettere un cuscino fra le ginocchia, così da favorire l’allineamento della colonna vertebrale.

Sei pronto a mettere in pratica i nostri consigli? Siamo sicuri di sì! Quindi, pronto, postura corretta, via!


© 2018 Olio Cuore - Div. di BONOMELLI Srl - P.I. IT01590761209