Prevenzione solare: la dieta e gli integratori più adeguati.

Scegliamo alimenti ricchi di principi attivi che possono aiutarci a prevenire eritemi e bruciori dovuti a un’eccessiva esposizione al sole.

 

Con l’arrivo della bella stagione e del primo caldo molti di noi desiderano correre al mare per prendere il sole, al fine di acquisire quel bel colore ambrato che tanto dona.

 

Ma attenzione, c’è un nemico in agguato, l’eritema che oltre a dare molto fastidio e una volta manifestatosi a protrarsi per giorni, può provocare sensibilizzazione e invecchiamento della pelle.

 

Di cosa si tratta? È un’irritazione determinata da eccessiva e prolungata esposizione al sole, i cui sintomi sono prurito, bruciore, rossore e piccole vesciche trasparenti.

 

Poiché una volta insorto è difficile liberarsene entro breve tempo, la difesa migliore passa dalla prevenzione.

 

Dando per scontato che la prima regola sta nell’evitare di esporsi al sole nelle ore più calde e la seconda nell’utilizzare creme solari ad alta protezione resistenti all’acqua, va detto che una corretta prevenzione comincia in tavola.

 

Una giusta alimentazione in questo senso è quella che ci permette di fare la scorta di cibi naturalmente ricchi di antiossidanti, di vitamine C ed E, di zinco, selenio e beta-carotene.

 

Vediamo insieme quali sono i più ricchi di questi elementi: gli agrumi, le carote, i pomodori, i peperoni, gli spinaci, le albicocche, il fantastico tris mandorle/noci/nocciole e lo yogurt.

 

Qualche idea per introdurre nella nostra dieta questi alimenti in modo sfizioso?

 

Partiamo da una colazione all’insegna della prevenzione, con un fresco centrifugato di carote e limone che ci aiuta anche a introdurre nella nostra dieta liquidi utili all’idratazione.

 

Proseguiamo con una bella insalata con fettine di arance, frutta secca, finocchi e mele.

 

E poi, per l’happy-hour, prepariamo salsine a base di yogurt, prima fra tutte lo tzatziki, da gustare con sedano e altre crudités.

 

Per chiudere in bellezza, una serata al ristorante dove il menù è a base di pesce azzurro ricco di Omega 3, buon coadiuvante di disturbi dermatologici, non solo psoriasi o eczemi .

 

Non può mancare neanche il brindisi con un bicchiere di vino rosso, contenente resveratrolo che secondo alcuni ha un reale effetto antiossidante.

 

Detto questo, a chi è particolarmente soggetto a eritema i dermatologi consigliano, per una prevenzione “strong”, a partire da 2-3 settimane prima dell’esposizione, integratori da prendere per via orale contenenti vitamine liposolubili come la vitamina A, il betacarotene e la vitamina E, da associarsi a potassio e magnesio, utili questi ultimo a integrare le perdite inevitabili durante l’esposizione al sole.


© 2018 Olio Cuore - Div. di BONOMELLI Srl - P.I. IT01590761209