I cibi che ci aiutano a combattere naturalmente la depressione

I cibi che ci aiutano a combattere naturalmente la depressione

Non è necessario tuffarsi nella crema di cioccolato e nocciole per lenire il nostro umore nero… Per farci stare “su”, può fare di meglio un pugno di semi di zucca e girasole..

 

Nell’immaginario collettivo, fare abbuffate di dolci, gelati o più in generale di carboidrati fa bene all’animo afflitto dalla malinconia.

 

Gli effetti collaterali di questo trattamento d’urto però, sono spesso sottovalutati: infatti si crea un circolo vizioso che spinge a mangiare sempre di più, con il risultato dell’aumento di peso e della depressione da esso derivata. Un altro modo di consolarsi con il cibo è possibile, generando anche effetti positivi Ciò accade quando si scelgono cibi dalle proprietà antidepressive, che contribuiscono a riequilibrare i neurotrasmettitori a garanzia della salute del nostro sistema nervoso.

 

Cereali integrali e legumi

 

Il mix di questi due alimenti ci fa fare il pieno di carboidrati complessi, proteine, minerali e vitamine che regolano positivamente l’umore. In particolare, i legumi freschi, come piselli e fagiolini, sono una preziosa fonte di acido folico.

 

Pesce

 

Qui la fanno da padroni gli acidi grassi omega-3, buoni stabilizzatori di cellule nervose.

 

Semi di zucca, girasole, lino e noci

 

Forniscono al nostro organismo una piccola quantità di acidi grassi omega-3, magnesio e zinco, sali minerali antistress per antonomasia e vitamina E, il cui consumo pare accentuato quando ci sono squilibri dei neurotrasmettitori.

 

Lievito di birra, germe di grano e yogurt

 

Ricchi di vitamine del gruppo B, contribuiscono all’equilibrio del sistema nervoso e al benessere psicofísico generale.

 

Miele

 

Distillato di energia dei fiori, nutre il cervello nei momenti d’intensa attività mentale e soddisfa in modo naturale la brama di “dolcezza”. I mieli di tiglio, melissa, lavanda e fiori di arancio, dalle proprietà rilassanti e sedative, sono indicati per dolcificare la tisana della sera, mentre quello di castagno o trifoglio ha un effetto tonico ed energizzante.

 

Il cioccolato

 

Le sue virtù non derivano dalle sostanze che contiene ma dal fatto che appaga il nostro palato procurando prima di tutto un aumento del tasso sanguigno di beta-endorfina, oppiaceo endogeno, e poi una maggiore secrezione di serotonina, un neurotrasmettitore dalle proprietà calmanti. Ma se cioccolato dev’essere, che sia nero, con almeno il 70% di cacao!


© 2018 Olio Cuore - Div. di BONOMELLI Srl - P.I. IT01590761209