La pancia piatta? Si conquista a tavola!

Solo pochi giorni fa eravate impegnati negli infiniti pranzi delle festività pasquali, intenti ad affrontare tavole imbandite con ogni prelibatezza e colme di uova di cioccolato! Forse avrete anche esclamato la fatidica frase: “Pancia mia fatti capanna!”. Adesso ve ne siete pentiti e temete la prova costume? A preoccuparvi è proprio quella pancia che, fattasi capanna, non è piatta e magra come vorreste? Una corretta alimentazione, unita a un regolare esercizio fisico, potrà darvi ottimi risultati ma non perdete tempo: è adesso che dovete iniziare seriamente a rimettervi in linea!

 

Iniziamo però col rassicurarvi su un particolare da non sottovalutare: il problema del vostro punto vita non si chiama (solo) grasso, ma gonfiore. Una digestione lenta, unita a un’alimentazione scorretta e spesso a stress psico-fisico ne sono la causa principale! Per lo stress non abbiamo molti suggerimenti (o almeno… non in questo articolo), per quanto riguarda il cibo possiamo dispensarvi alcuni consigli.

 

 

Iniziamo dalla frutta: se da un lato banane, kiwi, limoni, ananas e uva non creano problemi di gonfiore, altrettanto non si può dire di mele, pere, pesche e prugne. Questi alimenti tendono a fermentare lungamente, producendo gas e quindi gonfiore. Per quanto riguarda le verdure evitate cavoli, broccoli, finocchi, asparagi e carciofi: a questi vegetali preferite invece melanzane, peperoni, lattuga e sedano.

 

Limitate il consumo di bevande gassate, soprattutto quando sono anche zuccherate: il gas delle bibite contribuisce ad aumentare il gonfiore dello stomaco, così come l’aria che viene ingerita mangiando troppo in fretta o masticando chewing gum. Bevete invece molta acqua e tè verde, vera e propria bevanda miracolosa contro il ventre gonfio.

 

Il sale, colpevole della ritenzione idrica, se non è iposodico va usato senza eccedere. Quindi non abusatene sia mentre cucinate sia mentre condite i vostri pasti, e quando leggete le etichette degli alimenti preconfezionati state attenti a quanto sodio contengono! Non è bene esagerare nemmeno con i dolcificanti, quali il fruttosio o miele e soprattutto quelli il cui nome finisce con –olo come xilitolo, sorbitolo e mannitolo.

 

Preoccupatevi sempre di garantire al vostro corpo la giusta e indispensabile dose di fibre, magari aggiungendo alla vostra colazione una porzione di cereali, tra i quali consigliamo soprattutto la crusca. Evitate il lattosio, la cui presenza nei formaggi freschi e morbidi ci porta quindi a preferire i formaggi stagionati.

 

Per concludere questa rapida carrellate di consigli per ottenere un ventre il più possibilmente piatto, vi ricordiamo infine di limitare le scorpacciate di frumento (contenuto nella pasta, nel pane e nei biscotti) e di affidarvi senza paura al pomodoro, ricco di licopene.

 

Ora che sapete cosa mangiare dedicate però un po’ di tempo anche all’esercizio fisico: l’estate si avvicina!


© 2018 Olio Cuore - Div. di BONOMELLI Srl - P.I. IT01590761209