Le erbe al posto del sale

Con un pizzico di… erbe rinunci al sale, ma non al sapore

 

Guadagnare in salute a tavola senza rinunciare al gusto? Si può. E non si scopre niente di nuovo, perché le nostre nonne e bisnonne facevano un sapiente uso delle erbe già nel secolo scorso, quando il sale, soprattutto nelle zone povere, era un bene prezioso che non tutti potevano permettersi (da qui la superstizione che rovesciarlo porti male).

 

La natura ci offre una quantità di erbe aromatiche quasi infinita tra le quali scegliere per insaporire i nostri piatti e permetterci di limitare, ma anche abolire del tutto, il sale. Inoltre il sale trattiene i liquidi, per cui un uso eccessivo porta alla ritenzione idrica, principale causa della formazione dell’inestetismo della cellulite.
Chi soffre di disturbi cardiaci, di pressione alta, oppure semplicemente vuole mangiare più sano (e tenere alla larga la cellulite) può dunque ritenersi fortunato, perché ha la possibilità di insaporire i piatti evitando le due alternative di nuocere al proprio fisico oppure di mangiare insipido.
Le piante aromatiche insaporiscono i cibi, ma hanno anche importanti proprietà. Qualche esempio? Le foglie del prezzemolo, così come la maggiorana e la salvia sono un ottimo coadiuvante per favorire la digestione. Il rosmarino aiuta ad aumentare l’appetito.


© 2018 Olio Cuore - Div. di BONOMELLI Srl - P.I. IT01590761209