Cos’è il colesterolo?

Il colesterolo è una sostanza grassa che si trova in molti alimenti ed è presente in tutti gli organismi animali. Il colesterolo viene prodotto dal nostro organismo ad opera del fegato e svolge funzioni fondamentali per la vita, poiché è un costituente essenziale delle membrane cellulari ed è inoltre un precursore di altri importanti sostanze necessarie per l’organismo (ormoni, acidi biliari).

 

Perché avere il colesterolo alto è pericoloso?

Il colesterolo è fondamentale per il nostro organismo, ma le quantità eccessive possono essere dannose per la nostra salute. Le conseguenze più gravi dell’eccesso di colesterolo nel sangue sono le malattie cardiovascolari. Numerosi studi scientifici hanno messo in evidenza la relazione tra livelli elevati di colesterolo LDL e l’aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

 

Il colesterolo alto è un problema che interessa solo le persone anziane?

Certamente no. Il livello del colesterolo tende, semmai, a diminuire lievemente con il crescere dell’età: ed il suo ruolo come fattore di rischio si riduce, fino a scomparire, più o meno dopo gli ottant’anni. Il problema colesterolo riguarda quindi tutta la popolazione adulta; e nei portatori di forme di ipercolesterolemia genetica (ne soffre circa un italiano su cento) riguarda fino dall’età adolescenziale o pediatrica.

 

Che differenza c'è tra LDL e HDL?

Il colesterolo, essendo una sostanza grassa, non può circolare disciolto nel sangue, ma deve essere trasportato da appositi trasportatori, denominati Lipoproteine. Ne esistono due forme principali: le Lipoproteine HDL e le LDL. Il colesterolo HDL è considerato "buono" perché rimuove il colesterolo in eccesso. In generale più alto è il colesterolo HDL, minore sarà quindi il rischio cardiovascolare. Il colesterolo LDL è al contrario considerato "cattivo" perché le LDL trasportano il colesterolo a tutto l'organismo ed anche alle arterie, dove può depositarsi formando le placche che nel tempo ostruiscono i vasi. Un alto valore del colesterolo LDL rappresenta quindi un importante fattore di rischio di infarto e malattie cardiovascolari.

A cosa serve l'acido linoleico

e che effetto ha?
L’

acido linoleico

è un acido grasso essenziale per il nostro organismo: significa che non siamo in grado di sintetizzarlo e che dobbiamo quindi assumerlo dagli alimenti che ne sono ricchi. A partire dall’acido linoleico derivano molte sostanze, che svolgono ruoli importanti nel nostro organismo (es. l’acido arachidonico, da cui derivano tutte le prostaglandine ed i leucotrieni). E’ inoltre un costituente essenziale delle membrane cellulari del nostro corpo, e di tutti i grassi che circolano nel sangue (trigliceridi, fosfolipidi, ecc.). E’ importante anche nel controllare il tasso di colesterolo LDL nel sangue.
 
Qual è la

dose giornaliera raccomandata di acido linoleico

Per le sue funzioni come acido grasso essenziale ne bastano probabilmente 5-6 grammi al giorno, per tenere sotto controllo il tasso di colesterolo almeno il doppio.

 

Dove si trova l'acido linoleico?

In molti alimenti di origine vegetale, e specialmente in molti oli di semi. L’olio di mais ne è molto ricco, contenendo oltre il 50% di acido linoleico.

 

Che differenza c'è tra omega-6 e acido linoleico?

L’acido linoleico è il capostipite della famiglia degli omega-6, che comprende anche altri composti (come il già citato l’acido arachidonico). E’ l’unico omega-6 “essenziale" perché gli altri possono essere prodotti dall’organismo, a partire dall’acido linoleico.